Degrado urbano

D’estate Roma diventa una città piacevolissima, ricca di eventi, di colori, di musica. Una delle attrazioni principali della Roma estiva sono le bancarelle lungo il tevere, una distesa sterminata di luci, colori, pub, discoteche, ninnoli, vintage e chi più ne ha piu ne metta. Avendo la fortuna/sfortuna di lavorare in zona tutti gli anni seguo i lavori di allestimento di questo evento. Ci sono tantissimi operai affaccendati, che con tutta fretta montano gli stand che ospiteranno le serate dei romani e dei turisti.

Quest’anno ho notato però un qualcosa che mi ha infastidito non poco. Ormai da un mese l’evento si è chiuso, le bancarelle sono state tutte sgomberate, e la maggior parte dei locali ha ripulito la mondezza che aveva creato (ma anche nelle zone più pulite, dentro il fiume o nascosti dentro le piante, si possono trovare divanetti, sedie, staccionate.

Sotto ponte garibaldi, direzione Castel sant’Angelo però la situazione è veramente drammatica. Tutto sembra lasciato li in attesa della prima piena del tevere che farà piazza pulita portando tutto dove il problema non sarà più di loro competenza, ma di chi si vedrà recapitato a casa un divanetto su cui magari un mese prima aveva sorseggiato un martini.

Ma qualcuno si è accorto della situazione oppure si sono girati tutti dall’altra parte?

Questa la situazione. Ho girato anche un video.

Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *