Benotto Mod. 800

Con un po’ di tempo libero e una buona dose di pazienza, ho deciso di restaurare la Benotto mod 800 di mio padre, che era in cantina a prendere polvere da più di 20 anni.

La bici è in ottimo stato, era coperta da un telo, non ha preso umidità, insomma non c’è molto da fare sul telaio, quanto piuttosto avrò da sostituire tutte le componenti da usura, come gli pneumatici, che qui sono tubolari, i freni, forse la catena (?), e oliare poi il tutto.
Dovrebbe essere, anzi sicuramente lo è, costruita in Italia, visto che la fabbrica ha trasferito la sede in Messico dopo che mio padre l’ha acquistata. Difatti tutti i pezzi della bici sono Campagnolo, e non come quelli che si vedono sulla stessa bici in giro per internet.

Ieri ho comprato già un buon numero di pezzi, ma ho sbagliato ad essere frettoloso. Difatti ho preso degli pneumatici classici con relative camere d’aria, per poi scoprire che invece la bici monta i tubolari. Panico! 😀 Mi sono tranquillizzato vedendo su internet che non è poi così difficile il montaggio.

La bici ha ad oggi 11.660 km, come da strumento old style, che trovo bellissimo e veramente pratico.

Non so se aggiornerò man mano o a lavoro finito. Spero di fare un buon lavoro e di poterci montare sopra il prima possibile. Come la bici di mio nonno da passeggio è arrivata fino a me e andrà ai miei figli, mi piacerebbe che anche questa facesse lo stesso percorso.

Pubblicato in Varie | Lascia un commento

Gruccioni – Parte 2

Ho provato a rielaborare le fotografie dei gruccioni su un altro monitor. Credo di aver fatto un lavoro migliore del precedente. Che ne pensate?

Pentax K5 + FA*300

 

Pubblicato in Varie | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Panasonic 20mm 1.7 Depth of Field

Recently i tried different apertures of my Panasonic 20mm to understand better its depth of field. I set the camera at the minimun focus distance, locked the focus, 2s timer, 200 iso, and shot at different f-stop, from 1.7 (max aperture) to f16 (min aperture). This is the result in a gif:

From 1.7 to 16

From 1.7 to 16

To me the best shot is at @5.6, where i have the doll completely in focus.

Pubblicato in Varie | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Gruccioni

È tempo di gruccioni. In questo periodo fanno il nido. Assieme all’amico Marco Pantanella siamo andati a fare un sopralluogo. Era pieno. E cosi abbiamo fatto qualche scatto, anzi tanti scatti. Ho avuto occasione di provare la generosità del  M.Zuiko 40-150R insieme alla Olympus EM-5, scoprendo che nonostante il fattore di crop 2x ero comunque cortissimo, quindi le immagini risentono un pò del crop. Fortuna che mi ero portato la K5 dietro, così il buon Marco ha potuto lasciarmi usare il suo bellissimo Pentax FA* 300. E io a lui la Pentax K5.

Ecco gli scatti più significativi in FULL HD!

Pubblicato in Varie | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Spare battery for Olympus OM-D EM-5

My spare battery for the Olympus Em-5

My spare battery for the Olympus Em-5

If you are looking for a spare battery for your Olympus Em-5, you should consider this one. It fits every Olympus camera using BLN-1 battery.

I payed it just 6.89€. It’s capacity is 1020mah instead of 1220mah of the original, but you must consider this as a backup whe you run out of energy.
It comes with it’s charger because it has no chip so it’s not working with the original charger. Not a problem, i can charge them both at the same time and have to full battery ready for my shooting session.

I bought it from Amazon.

 

Pubblicato in Varie | Lascia un commento

La mattanza di Pasqua

 

Lasciami vivere.

Lasciami vivere.

Uno dei periodi più brutti dell’anno per gli sfortunati animali da allevamento è sicuramente la Pasqua. Migliaia di piccoli agnellini vengono strappati alle loro madri e brutalmente uccisi. Il mondo non si può cambiare, ma nel nostro piccolo possiamo dare il nostro contributo, dicendo NO!

Mangiatevi un piatto di pasta con una bella insalata e vedrete che la Pasqua sarà ugualmente bella.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

Pubblicato in Varie | Lascia un commento

Parco Nazionale d’Abruzzo – Lago Vivo

Il re del parco

Era tanto che dovevo andare con l’amico Marco Pantanella in montagna. Finalmente la scorsa domenica riusciamo ad organizzare e partiamo. Sveglia prestissimo, dobbiamo fare 2h di macchina per raggiungere il Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise ed iniziare la salita al sentiero K4, quello che ci porterà prima a lago vivo e poi ancora più su, fino quasi ai 2000 metri.

Prima ci fermiamo a fare due foto ai cervi di Civitella Alfedena, sempre molto amichevoli. Poi proseguiamo fino all’attacco del sentiero K4 che iniziamo alle 9.20 circa, 1000m di altitudine. Marco ha un passo spedito, riesco a stargli dietro nonostante sia un po’ che non vado in montagna. Una volta spezzato il fiato poi le gambe vanno da sole.

Foto fatta con iphone, abbiate pazienza

Foto fatta con iphone, abbiate pazienza

La faggeta sembra non finire più. A dire il vero tutti i sentieri che ho fatto qui in Abruzzo iniziano con una faggeta, e sinceramente non sono molto amante delle passeggiate al “chiuso”. Finalmente arriviamo in cima, dove la “Madonna delle Grazie” ci avvisa che stiamo per sbucare nella vallata di Lago Vivo. Purtroppo di cervi non c’è traccia, solo qualche cavallo al pascolo.

Ci fermiamo per una breve sosta. Il mio fidato coltellino svizzero taglia a spicchi una pesca che divido con la simpatica Federica, che lungo il percorso si era sentita poco bene. Il panorama è appagante. Siamo a 1591m.

Purtroppo in secca..

Purtroppo in secca..

Il nostro obiettivo è quello di salire più in alto possibile, in cerca dei cervi. Non siamo i soli a a fare questa escursione, quindi c’è il rischio che chi ci precede li possa disturbare e farli scappare. Dobbiamo sbrigarci.

Ripartiamo quindi in cerca di un sentiero segnato sul GPS portatile di Marco. Entriamo in un’altra faggeta, la salita è sempre molto dura, il dislivello viene superato in fretta, ma le gambe si fanno di marmo e si stancano. Finalmente sbuchiamo in vetta, seguo il gruppo e riesco a fargli una foto mentre scollinano.

 

Il gruppo scollina nella vallata

Il gruppo scollina nella vallata

Come sospettatavamo i cervi sono in alto. Li hanno fatti allontanare i gruppi che ci hanno preceduto. Poco male, è ora di pranzo, così decidiamo di fermarci in disparte sperando che scendano. Siamo in Val Cupella, a 1900 metri circa. Il tempo si guasta, diventa tutto nero, ma noi aspettiamo. Niente, i cervi non scendono, li vediamo solo da lontano. Riesco comunque a fare qualche scatto ambientato. Si sta facendo buio e dobbiamo tornare alla macchina, anche perché ci aspettano 2h di macchina una volta scesi a valle.

Il maltempo si avvicina

Il maltempo si avvicina

Tornando indietro ci fermiamo di nuovo a Lago Vivo, dove Filippo tenta lo scatto col riflesso della montagna nel lago, ma finisce per sprofondare nel fango, povero lui. Noi riempiamo le borracce alla fonte degli uccelli, dove l’acqua è freschissima e buonissima.

Si ricomincia la discesa di nuovo nella faggeta, fino ad arrivare alla macchina. Qualche chilometro e arriva l’acquazzone. Appena in tempo.

Pubblicato in Montagna, Parchi Nazionali | 4 commenti

Shooting Macro At Sunset

Colias - Pentax K5, Sigma 105 Macro

Colias – Pentax K5, Sigma 105 Macro – Sunset

Last year i wrote an article about my personal technique for macro shots. Here you can read it in italian: Macro Tutorial

Now i shot a video to show you how much close you can get to your subject. 🙂

Enjoy

Pubblicato in Varie | Lascia un commento

Micro Four Thirds – Size Matters

Look at this video and how much small a MTF camera set can be!

Pubblicato in Varie | Lascia un commento

Panasonic Lumix G Vario 14-45mm f/3.5-5.6 ASPH OIS

When I was searching for a good zoom lens to use with my new Epl-2, I read lot of discussions and reviews about the standard zoom lenses that usually comes in kit with the cameras. Good, not good, not so sharp, too slow, etc. These were the comments that I read on the various 14-42, is that Olympus or Panasonic.

Then I read rave reviews about Panasonic Lumix 14-45, all agree that it was the best economic zoom lens for Micro Four Thirds system, and the best built too. Metal mount, good quality plastic, integrated OS (Panasonic calls it Mega O.I.S.), internal focusing monitor. With surprise I discovered that this lens was no longer produced and so I bought it used for a good price.

My Olympus Epl-2 with Panasonic Lumix 14-45 mounted on it weighs 600 grams. Superb.

This lens is sharp. At any focal length, at any aperture. You can use it wide open and close a little when you need more background or you are shooting landscapes. Autofocus is fast and accurate, and with OIS on you can benefit of 2 or maybe 3 stop, and I prefer using Panasonic Mega O.I.S. instead of Olympus IS, when I can choose between them. For what I saw I got better results.

I’m very pleased with this lens. For the price I paid is a bargain. Give it a try.
Some pictures taken with this lens:

Pubblicato in Varie | Contrassegnato , , , , , | 1 commento